L’importanza della vitamina C

Per quanto emerso dagli studi del Dott. Rath e da diversi studi internazionali, la vitamina C è una “vitamina da stress” che viene consumata ancora più rapidamente in condizioni di stress.

Sembrerà assurdo ma le piccole riserve vengono rapidamente consumate dagli stress e dalle frustrazioni quotidiane perchè gli esseri umani, le scimmie e le cavie, sono tra i pochi animali che non sono in grado di soddisfare il fabbisogno organico attraverso la sintesi e dipendono quindi dall’apporto dietetico.
Riguardo all’assorbimento è possibile affermare che il livello di acido ascorbico nel sangue raggiunge la punta massima due o tre ore dopo l’ingestione di una quantità media, per poi diminuire quando inizia l’eliminazione attraverso le urine e la sudorazione.

Per una ottimale assunzione è necessario che la Vitamina C venga assunta diverse volte al giorno, perché ogni volta viene eliminata dal corpo in tre o quattro ore.

E’ da precisare che una maggiore eliminazione della vitamina C attraverso le vie urinarie, dovuta ad una maggiore assunzione della vitamina, non significa che i tessuti del corpo sono saturi. Il livello di vitamina C nel sangue tornerà ai livelli medi in 12 o 13 ore, indifferentemente dalla quantità assunta. Per mantenere un giusto livello della vitamina nel siero, bisognerebbe assumerla ad intervalli di tre o quattro ore.

Se il nostro organismo è carente di vitamina C, è possibile notarlo da questi sintomi: respiro corto, cattiva digestione, capelli fragili con doppie punte, capelli che si spezzano sottopelle e che si attorcigliano, capelli secchi e annodati, scarsità di latte, rottura dei vasi sanguigni causa di sanguinamento delle gengive alla base dei denti, rottura dei capillari causa di emorragie puntiformi, problemi alla pelle, indebolimento dello smalto, tendenza alla formazione di ematomi, giunture gonfie o doloranti, perdita di sangue dal naso, anemia, diminuita resistenza alle infezioni, lenta guarigione di fratture e ferite. I denti possono essere meno saldi e perdere le otturazioni.

La mancanza di vitamina C può essere causa di infarti e di ictus, provocati da coaguli. La carenza può causare degenerazione muscolare che può includere il cuore.

E’ bene sapere che il fumo diminuisce il livello di acido ascorbico nel sangue, e che gli etilisti hanno un tasso bassissimo di vitamina C nel siero perché la vitamina è utilizzata per eliminare gli effetti tossici dell’alcool.

E’ stato scoperto recentemente che gli anziani e coloro che soffrono di malattie croniche, insieme agli etilisti formano un gruppo di persone più vulnerabile allo scorbuto. Gravi carenze causano lo scorbuto in qualunque persona.
Le persone malate di cancro, quelle che soffrono di disturbi dentali, ortopedici o i dializzati sono tutti esposti a carenze di vitamina C.

La vitamina C è importante in tutte le condizioni stressanti.

Il fabbisogno di acido ascorbico (Vit C) nei tessuti è superiore in presenza di metabolismo accelerato.

La vitamina C stimola la produzione di interferone e agisce da fattore inattivante contro i virus e le infezioni, incluso il virus herpes, le eruzioni vacciniche, il virus dell’epatite, della poliomielite, dell’encefalite, del morbillo, della polmonite e dell’AIDS.

Ciò avviene perché la vitamina C, catalizzata dagli ioni del rame, riduce le molecole di ossigeno in molecole tali che, a loro volta, attaccano gli acidi nucleici del virus.

Dato che il normale funzionamento dei globuli bianchi che lottano contro le infezioni dipende dalla vitamina C, questo stesso meccanismo opera contro i batteri, compresi quelli responsabili della difterite, della tubercolosi, del tetano, della febbre tifoide, e gli stafilococchi.

La vitamina C è importante per il recupero di pazienti colpiti da attacco cardiaco, prevenendo la dannosa azione dei radicali liberi.

Questa sostanza costituisce il nutriente chiave per la stabilità dei nostri vasi sanguigni, del nostro cuore, e di tutti gli altri organi del nostro corpo. Senza vitamina C il nostro corpo collasserebbe e si dissolverebbe letteralmente, come nello scorbuto.

La vitamina C è responsabile di una ottimale produzione e funzione di collagene, di elastina e di altre molecole del tessuto connettivo che danno stabilità ai vasi sanguigni e al nostro corpo.

La vitamina C è importante per la rapida guarigione delle ferite su tutto il nostro corpo, inclusa la guarigione di milioni di minuscole ferite e lesioni all’interno dei vasi sanguigni.

La vitamina C è il più importante antiossidante del corpo. Quantità ottimali di vitamina C proteggono efficacemente il sistema cardiovascolare e il corpo contro l’ossidazione biologica.

La vitamina C è anche un co-fattore per una serie di catalizzatori (enzimi) che sono importanti per un più efficiente metabolismo del colesterolo, dei trigliceridi e di altri fattori di rischio. Ciò aiuta a diminuire il rischio di patologie cardiovascolari.

La vitamina C può essere assunta in maniera naturale, tramite gli alimenti, oppure con gli integratori acquistabili presso le farmacie o le erboristerie.

Di seguito riporto una breve lista degli alimenti che la contengono in maniera elevata:
(alimento per 100 g. di parte edibile, Fonte: www.dietaround.com)

Alimento   / Contenuto di vitamina C

Uva, succo 340
Peperoncini, piccanti 229
Ribes 200
Peperoni, rossi e gialli 166
Prezzemolo 162
Peperoni, crudi 151
Peperoni, verdi 127
Latte, vacca, pastorizzato, scremato 127
Latte, vacca, evaporato, non zuccherato 127
Broccoletti di rapa, crudi 110
Rughetta o rucola 110
Broccoletti di rapa, bolliti 86
Kiwi 85
Cavoli di Bruxelles, crudi 81
Foglie di rapa 81
Cavolo broccolo verde ramoso, crudo 77
Cavolfiori, crudo 59
Lattuga da taglio 59
Broccolo a testa, crudo 54
Spinaci, crudi 54
Clementine 54
Fragole 54
Broccolo a testa, bollito 53
Cavoli di Bruxelles, bolliti 52
Cavolo cappuccio rosso 52
Tarassaco o dente di leone 52
Arance 50
Limoni 50
Cavolo cappuccio verde, crudo 47
Radicchio verde 46
Milza, bovino 46
Arance, succo 44
Pomodori, conserva 43
Anona 43
Limoni, succo 43
Pompelmo 40
Polmone, bovino 40
Mandaranci 37
Cavolo broccolo verde ramoso, bollito 35
Indivia 35
Fave, fresche, crude 33
Fegato, ovino 33
Piselli, freschi, crudi 32
Sedano 32
Melone, d’estate 32
Menta 31
Fegato, bovino 31
Piselli, surgelati 30
Fegato, equino 30
Rosmarino 29

 

Share